40
Beppe Sala, sindaco di Milano, parla a margine della cerimonia di deposizione delle corone al Sacrario dei caduti, in occasione della festa dell'unità nazionale e delle forze armate. Queste le parole del numero 1 di Milano sullo stadio di Milan e Inter e su San Siro riportate da corriere.it: "Venerdì la giunta del Comune di Milano metterà in campo una squadra tecnico-politica per discutere con Milan e Inter, perché il tema non è tanto l’interesse pubblico, che è stato già dichiarato dal Consiglio comunale, ma è trovare le formule per la realizzazione della nuova struttura. Il Consiglio comunale ha dato dei paletti, bisogna mettersi al lavoro con le squadre per capire quanto si possa trovare un punto di accordo tra le loro esigenze e i nostri paletti. È evidente a tutti che le volumetrie richieste non sono state ritenute gestibili, sono eccessive quindi da questo punto di vista si tratta di lavorarci. Che ci sia un interesse della giunta e del Consiglio a proseguire l’operazione mi pare evidente ma è impossibile a queste condizioni. È una trattativa a tutti gli effetti, è naturale che sia così perché bisogna fare convergere due interessi che oggi non sono perfettamente allineati. San Siro patrimonio tutelato dall’Unesco? E' una proposta che non aiuta perché ormai siamo sul dibattito tecnico. Io credo che la città non stia rifiutando l’idea di un nuovo stadio ma bisogna trovare delle formule che siano sostenibili dal punto di vista finanziario e anche dal punto di vista di quello che si edificherà. Quindi se si va su questi elementi ho un po’ l’impressione che sia una manovra per dare fastidio".