203
Torna l'appuntamento di Calciomercato.com: un cappuccino con Mario Sconcerti. I temi dell'attualità calcistica approfonditi da uno dei punti di riferimento del giornalismo italiano e presenza fissa sulle pagine del nostro sito. L'approfondimento di oggi è sulla Juventus uscita con un pareggio per 2-2 sofferto nel big match contro la Roma.



Si è vista a Roma l'altra faccia della Juve, quella che deve far gioco se attaccata. La risposta è che ancora non c'è però risposta. Per qualunque squadra i movimenti e gli schemi sono una scelta che però dipende anche da cosa ti consente gli avversari. La Roma ha alzato il centrocampo e in fretta Ronaldo e Morata sono rimasti isolati e perfino Kulusevski ha pesato meno. La lentezza di pensiero ed esecuzione del centrocampo è testimoniata dai cambi di Pirlo che uno a uno ha sostituito tutti in quella zona di gioco.

La Juve è in una fase che gli scienziati chiamano di "decoerenza", è incompiuta. Il centrocampo mette in difficoltà la difesa e perfino contro la Samp fino al 70esimo aveva fatto soltanto un tiro in porta, ieri nemmeno quello. Semplicemente, non è squadra.