Commenta per primo

 

 Ci si può pure sbilanciare, arrivati a questo punto. Il Chievo batte anche il Cesena 1-0 al Bentegodi, si prende altri tre punti ed è virtualmente salvo. Siamo appena alla fine di febbraio, eppure la classifica parla chiaro, a quota 33 il traguardo dista appena sette punti e ci vorrebbe un cataclisma perché Domenico Di Carlo non festeggiasse l'ennesima impresa. Contro l'ex di turno Mario Beretta, alla sua prima sulla panchina del Cesena, basta un gol del fischiatissimo Moscardelli, che riscatta una prestazione opaca con una zampata al 33' della ripresa che sposta gli equilibri. Decisa una dubbia espulsione di Lauro, che mette ko il Cesena: "È una vittoria importantissima - ammette Di Carlo - il gol di Moscardelli è stata una liberazione, è arrivata al termine di una partita in cui secondo me abbiamo fatto bene e in cui abbiamo dimostrato tutto il nostro valore".

Ferma la serie B, in Lega Pro preziosissimo successo del Bassano nel derby con il Portogruaro. 1-0 firmato Joachim De Gasperi, decisivo con un tiro a giro che s'infila all'angolino: «Tenevamo tantissimo a questo successo - spiega il fantasista altoatesino - è arrivato al termine della nostra migliore prestazione dell'anno. Adesso dobbiamo continuare cosi». In seconda divisione splendido successo del Treviso sull'Alessandria: 3-1 sontuoso firmato Maracchi, Malacarne e Di Girolamo. La promozione è di nuovo a tiro, servirà ritrovare la continuità perduta. In serie D, infine, pari spettacolare fra Venezia e SandonàJesolo: vantaggio firmato da Gattoni al 30', pari di Zubin su rigore al 28' della ripresa.