Commenta per primo
Gian Piero Gasperini, allenatore dell'Atalanta, parla in conferenza stampa dopo la vittoria sul Venezia in Coppa Italia: "Vittoria non semplice? Siete abituati bene. Le partite non si chiudono sempre prima, ci sono delle gare più dure, nonostante le situazioni pericolose create da loro abbiamo continuato a giocare, è stato un ben segnale. Ci hanno creato qualche grattacapo da calcio d'angolo, abbiamo tenuto bene in difesa. Il Venezia ha giocato bene, si è messo a cinque dietro sperando di poter tenere la partita aperta fino alla fine, per poi poi tentare di pareggiare. C'era l'agonismo giusto, non è stata una partita facile. Certo, se fai un gol prima soffri meno, ma va bene così".

COPPA ITALIA IMPORTANTE? - "Pensiamo gara dopo gara. Si è complicato tutto negli ultimi giorni tra infortuni e indisponibili, stasera avevamo poche scelte davanti. Quando hai tante assenze nello stesso reparto puoi avere qualche problema, ma chi è entrato ha giocato bene. Siamo in un momento d'emergenza anche se cerchiamo di mascherarlo. Malinovskyi e Ilicic torneranno già domenica, sarà difficile recuperare Zapata e Gosens, vedremo quello che riusciremo a fare. Zapata giocherà con la Lazio? Navighiamo a vista. Poi ci sono altri giocatori che hanno contratto il Covid, ma potranno rientrare da domenica, potremo avere 3-4 giocatori in più rispetto alla partita di stasera".

INTER - "Da domani inizieremo a pensarci. Hanno qualità, lo stanno dimostrando, non devo fargli io i complimenti. Abbiamo passato il turno, ora dobbiamo recuperare qualche giocatore, poi cercheremo di arrivare al meglio alla sfida di domenica sera. Abbiamo perso Djimsiti stamattina per tonsillite, non per Covid. Speriamo di recuperare anche lui".
SCALVINI - "Ha fatto una buona partita. Ha dei mezzi e ha margini di miglioramento, dovrà crescere, queste sono partite che possono aiutarlo e gli possono dare minutaggio. Ha fatto una prestazione positiva, poi la gara era tesa, ho messo De Roon perché era importante la sua fisicità".

NUOVO PROTOCOLLO - "È una misura e io mi adeguo, è stata una misura che è stata adottata e non possiamo discutere, dobbiamo adeguarci. Mi posso solo augurare che questa cosa del Covid finisca in fretta, è penalizzante per tutto il mondo. Speriamo di uscire il prima possibile da questa situazione".