Al Mapei Stadium di Reggio Emilia finisce 0-3, fra Sassuolo e Lazio, al termine di una partita dominata dagli ospiti biancocelesti. Prima occasione per la Lazio all'11': Keita riceve in area un bel lancio di Mauri dalla trequarti e spara al volo, palla sopra la traversa. Risponde subito il Sassuolo al 13' con una bella incursione di Zaza che, da posizione defilata, impegna Marchetti di sinistro. La partita si accende e al 17' ancora Keita, sfuggito a Bianco, centra Consigli in uscita. E' di nuovo il giovane spagnolo, uno dei più brillanti nella prima frazione di gioco, a impensierire la difesa neroverde al 32', ma la sua frustata di sinistro si smorza sull'esterno della rete. Negli ultimi minuti del primo tempo succede di tutto: prima l'arbitro Russo ammonisce per simulazione Keita al 42', forse atterrato in area dall'uscita disperata di Consigli, poi, al 45', Felipe Anderson dimostra tutto il suo talento con un tiro a giro dal limite che va a insaccarsi all'incrocio dei pali. Lazio in vantaggio meritatamente, tutti negli spogliatoi. Nella ripresa la trama della partita non cambia, anche se  a prima azione importante è del Sassuolo, al 53': Biondini si accentra dalla destra, pesca Sansone che si appoggia rapido su Zaza, all'altezza del dischetto, ma il bomber della nazionale si lascia ipnotizzare da Marchetti, prodigioso in tuffo. La Lazio non fa a tempo a spaventarsi che in un attimo reagisce, sfiorando il raddoppio con Keita al 57', ma il suo tap-in sul tiro di Felipe Anderson viene segnalato in fuorigioco. La svolta decisiva si ha con l'ingresso in campo di Klose, autore sulle prime di due incredibili occasioni sprecate, quindi del raddoppio, al 70', con uno stacco di testa poderoso. Il cross, guarda caso, viene ancora dai piedi di Felipe Anderson. Il Sassuolo è in bambola e a chiudere definitivamente la partita ci pensa Parolo che, al 77', tutto solo davanti a Consigli, la piazza nell'angolo alla destra del portiere. Al fischio finale, la Lazio avanza e vede il Napoli, mentre per il Sassuolo si allunga a tre sconfitte la striscia negativa.  

SASSUOLO

Il centrocampista del Sassuolo, Simone Missiroli: "La Lazio è in forma, gioca bene ed è in grado di metterti sotto. Così è stato: la vittoria è meritata. Noi abbiamo provato ad avere la superiorità numerica in difesa, per questo, io e Taider, lo sapevamo, più di una volta ci siamo trovati in difficoltà a centrocampo, sia in fase difensiva che di costruzione. Ora ci aspetta un'altra partita difficile, contro la Juve. Speriamo di uscire con qualche punto da questo piccolo tunnel".

LAZIO

Il centrocampista della Lazio, Felipe Anderson: "Mi sento bene fisicamente e vorrei crescere insieme alla squadra. Sappiamo che abbiamo qualità, che il Napoli si trova a pochi punti e che l'obiettivo Champions è a portata di mano. Questo è l'atteggiamento giusto, provare a giocare sempre nel campo avversario. Dobbiamo continuare così".