106
Una scelta di cuore. Questo chiede il Milan a Zlatan Ibrahimovic, convinto che il sentimento nei confronti del club  sia vero e sincero. Ci ha pensato lo svedese ad alimentare l'entusiasmo dei tifosi con l'intervista rilasciata a GQ (LEGGI QUI), ma in realtà ancora non sono state sciolte le ultime riserve.

I DUBBI DI ZLATAN E L'OFFERTA ROSSONERA - Secondo quanto appreso da Calciomercato.com, l'offerta del Milan è rimasta chiara e coerente in queste settimane: 6 mesi di contratto a 2 milioni di euro netti più opzione per i prossimi 12 mesi ad altri 4 netti, per un totale di 6 milioni in 18 mesi. Un modo per non sentirsi entrambi vincolati qualora la scelta di incrociare di nuovo le strade si rivelasse infruttifera. Ed è su questo punto che sono sorte le prime perplessità di Ibrahimovic: 7 giorni fa era convinto ora molto meno. Vorrebbe 18 mesi a cifre superiori, 10 milioni netti: ne sta facendo una questione economica.

TRA DEADLINE E BOLOGNA - La trattativa sta vivendo una fase di stallo. Zlatan ci sta ancora pensando, vuole prendersi ancora del tempo per valutare tutto con la sua famiglia. Il Milan è ottimista sul buon esito della trattativa, convinto di aver fatto il massimo e di aver guadagnato una posizione di vantaggio. Attenderà fino a metà dicembre, poi potrebbe anche virare su altre alternative. E il Bologna resta in corsa grazie al legame tra Ibra e Sinisa Mihajlovic.