362
C'est fini. Il matrimonio tra Icardi e l'Inter s'interrompe dopo 6 anni di gioie e dolori. L'attaccante argentino passa al PSG in prestito con diritto di riscatto fissato a 70 milioni di euro: oltre cinque volte tanto i 13 milioni sborsati a suo tempo da Moratti per acquistarlo dalla Sampdoria. 

Mauro lascia i nerazzurri dopo 219 presenze e la bellezza di 124 gol. Il primo segnato a San Siro contro la Juve, una delle sue vittime preferite, "bucata" 8 volte. Proprio i bianconeri speravano di prenderlo con i saldi di fine mercato, invece si sono dovuti accontentare del nordcoreano Han Kwang Song del Cagliari... Un'altra grande vittoria di Marotta su Paratici dopo l'arrivo di Lukaku dal Manchester United. 

Ora sarebbe opportuno fare chiarezza sul caso dell'anno, spiegando i motivi che hanno portato l'Inter a togliergli la fascia di capitano. Qual è stato il peccato originale? La sensazione è che non lo sapremo mai. Ferito nell'orgoglio, poi Icardi ha sicuramente sbagliato a rendersi indisponibile, mettendo in difficoltà la squadra. La sua grande e tormentata storia d'amore con i colori nerazzurri non poteva che chiudersi in un modo così burrascoso. Ma i veri tifosi (non quelli che lo hanno insultato e minacciato) lo perdoneranno e custodiranno sempre nei loro cuori tutte le emozioni che Icardi ha regalato in questi bui anni di transizione. Grazie.