Un'altra notte illuminata da un'unica stella. Al Da Luz si stanno abituando, Joao Felix lascia tutti a bocca aperta e si è ripetuto contro il Vitoria Setubal: due assist e un gol fantastico al volo che ha tirato giù la porta, altro biglietto da visita dopo la tripletta in Europa League, non che ce ne fosse bisogno. Perché questo ragazzino classe '99, seconda punta o esterno all'occorenza, ha numeri mostruosi con il suo Benfica: 16 gol in 37 partite, qualcosa di mai visto negli ultimi 25/30 anni nel calcio portoghese alla stagione del debutto. Robe da Cristiano Ronaldo per intenderci, idolo assoluto di Joao mica per caso.

ALTRO BLITZ E PRIMO SI' - Anche per questo, il potente agente Jorge Mendes è atteso a Torino da martedì non solo per Juventus-Ajax, ma anche per tornare al tavolo con il ds Paratici; Joao Felix infatti ha dato apertura totale alla Juve, il sogno di giocare con CR7 è diventato un chiodo fisso ma c'è di più, perché il progetto di crescita prospettato dai bianconeri è ritenuto assolutamente all'altezza, alla pari di Manchester City, Manchester United e Real Madrid che si sono attivate nelle ultime settimane con grande forza, ognuna coi propri mezzi. Chi col Benfica vedendo direttamente il presidente, chi sfruttando i rapporti con Mendes; la Juve ha già sondato entrambi e rivedrà Jorge perché ha captato che Joao Felix in bianconero andrebbe di corsa, non c'è alcuna opera di convincimento da svolgere per quello che è il miglior talento in circolazione a parte i vari Mbappé & co già sul palcoscenico internazionale da tempo. OCCHIO ALLA CLAUSOLA - Attenzione inoltre alla clausola rescissoria che attualmente ammonta a 120 milioni di euro; il Benfica intende farla rispettare, anzi preme da oltre un mese per portarla a quota 200 milioni migliorando notevolmente l'ingaggio di Joao Felix. Ma qui entra in campo Mendes che vuole portare il gioiellino portoghese subito in un top club; l'agente non è della stessa idea e ha frenato il rinnovo con mega clausola, adesso prende tempo e mira alla cessione a cifre record ma senza un nuovo contratto con l'obbligo di versare 200 milioni che spaventerebbero (quasi) chiunque per Joao Felix. Insomma, Mendes fa il suo gioco e la Juventus lo sa bene. Lo rivedrà nelle prossime ore e conta di fare ulteriori passi avanti rispetto alla concorrenza. Sì, la Juve su Joao Felix fa sul serio. Perché avere Cristiano Ronaldo e quel ragazzino che si vuole candidare a diventarne l'erede è una tentazione fortissima.