78
Champions o non Champions, sanzioni pesanti Uefa o meno: il Milan in estate lavorerà intensamente in estate per ristrutturare la rosa in estate e anche la difesa subirà qualche ritocco. Uno o due esterni per sostituire il partente Abate (niente rinnovo) e gli esuberi che potrebbero lasciare, ma non mancherà qualche novità al centro della difesa: ancora incerto il futuro di Zapata (potrebbe prolungare di un anno, ma l'accordo tra il colombiano e i rossoneri non c'è e il tempo stringe), mentre Caldara causa infortuni non offre garanzie dal punto di vista fisico, ecco perché il Diavolo sta valutando anche un innesto nel ruolo con una nuova idea che arriva dalla Premier.

IDEA MUSTAFI - Come riferisce l'edizione odierna di Tuttosport, si tratta di Shkodran Mustafi, un nome nuovo per il mercato del Milan ma non per il calcio italiano, visti i due anni tra le fila della Sampdoria (2012-14) prima del salto al Valencia e di quello seguente all'Arsenal, con i quali giovedì ha raggiunto la finale di Europa League. Finale che potrebbe anche segnare il termine del rapporto con i Gunners: il tedesco, campione del mondo nel 2014, non ha convinto a pieno lo staff tecnico e soprattutto i tifosi londinesi, che dopo l'ultima deludente stagione hanno chiesto a gran voce la sua cessione e il club in effetti potrebbe accontentarli in estate. Da capire a quali condizioni, perché i 41 milioni di euro investiti nel 2016 per prelevarlo dal Valencia vietano all'Arsenal di svendere il giocatore: una cifra intorno ai 20 milioni potrebbe comunque bastare. I rossoneri ci pensano e il profilo convince: 27 anni, con esperienza sia in campo internazionale che italiano, costo alla portata e Gazidis, che con lui ha lavorato a Londra, a garantire. Il Milan aggiunge un altro nome alla lista della spesa di Leonardo e Maldini: Mustafi è la nuova idea.