57
Stefano Pioli ha puntato tutto su Lucas Biglia: è lui il cuore pulsante della manovra, in mezzo al campo detta i tempi e tutte le azioni nascono dai suoi piedi. Ma non solo. Pioli lo ha scelto come capitano. Con gli addii di Stefano Mauri e Cristian Ledesma, il tecnico biancoceleste ha messo la fascia sul suo braccio, scatenando anche qualche mugugno all'interno dello spogliatoio (vedi la reazione di Candreva che ha rifiutato il ruolo di suo vice). Investitura importante, anche per spegnere quei rumors di mercato che lo volevano vicino al nuovo Real Madrid di Benitez.

FUTURO TUTTO DA SCRIVERE - Eppure nella conferenza stampa di oggi, nella quale, al fianco di Pioli, ha presentato la finale di Supercoppa italiana di domani contro la Juventus, ha fatto tremare con le sue parole i tifosi laziali: "Ora che sono capitano resto sicuramente? Non lo so, può succedere di tutto, non dipende da me. E' questa la verità. La fascia è un premio molto bello, ma continuerò ad essere lo stesso in campo e fuori, sicuramente con un pò più di responsabilità". Domani una Supercoppa da vincere, con Biglia in campo. Poi un preliminare da portare a casa contro il Bayer Leverkusen. Con Biglia in campo?