14
Victor Osimhen sembra essere il nuovo crack del calcio europeo. Classe '98, l'attaccante attualmente in forza al Lille ha collezionato 18 reti e 6 assist in 38 partite. Tanti club sono ora interessati al giocatore e tra questi c'è il Napoli. La trattativa per portarlo in azzurro è concreta, il club vuole lui come erede di Milik. E rappresenta proprio l'identikit ideale: giovane, pronto per imparare tanto alle spalle di Mertens e con le qualità che farebbero esplodere il San Paolo.

L'ARRIVO - È stata quasi una missione top secret per Victor Osimhen, i suoi agenti e la compagna. Sono partiti dalla Francia con un charter privato che è arrivato poco dopo le 13 all'aeroporto di Capodichino. Ha eluso l'attesa dei giornalisti presenti ed è uscito da un ingresso secondario. Dopodiché la destinazione è stata l'hotel Britannique, con il quale il Napoli ha stretto dei legami importanti nell'ultimo periodo (i ritiri pre Coppa Italia in queste settimane sono stati fatti lì).

L'ATTESA - Solo poche persone, tra passanti curiosi e tifosi, presenti all'esterno dell'hotel in cui alloggiava il giocatore, che è arrivato al Britannique poco prima delle 14. Da lì ha lasciato l'hotel da un'uscita secondaria senza mai passare per la hall. Un'auto lo ha prelevato per le 19:30 e lui ha cercato di nascondersi il più possibile. 

L'INCONTRO - Osimhen ha incontrato Gattuso e Giuntoli con il suo procuratore per discutere riguardo il possibile futuro in maglia azzurra. Dopodiché il giocatore è andato a cena prima di fare rientro in hotel in seconda serata.