78
E' iniziato oggi a a Bellinzona il processo contro l'ex presidente della Fifa, Joseph Blatter e l'ex presidente della Uefa, Michel Platini. A Blatter i PM contestano il reato di truffa, appropriazione indebita, amministrazione infedele e falsità. Platini è invece accusato di truffa, concorso in appropriazione indebita, e di concorso in amministrazione infedele, in particolare sotto forma di complicità, nonché di falso in documenti.

BLATTER SI È SENTITO MALE - Il processo è iniziato oggi e si concluderà il 22 giugno, ma Blatter durante l'udienza, prima di entrare nel merito delle accuse ha chiesto e ottenuto il rinvio a domani dell'interrogatorio perché ha dichiarato: "Fatico a respirare, non me la sento di rispondere alle domande". 

5 ANNI DI CARCERE - Platini era stato assunto come consigliere e consulente di Blatter tra il 1998 e il 2002 firmando un contratto nel 1999 per un compenso annuo di 300.000 franchi svizzeri. Secondo l'accusa, più di otto anni dopo la chiusura del contratto, Platini avrebbe presentato una fattura fittizia per denaro ancora dovuto per il suo periodo di consulente, per un importo di due milioni di franchi e fu Blatter a spingere per completare quel pagamente. Se condannati, Blatter e Platini rischiano una pena fino a 5 anni di carcere.