Come ogni anno, i gioielli della Sampdoria dopo poche giornate di campionato fanno gola alle big della Serie A. A Genova sono ormai abituati all' 'assalto alla diligenza', che in questi primi mesi si starebbe concentrando in particolare su Joachim Andersen, centrale perno della retroguardia meno battuta della Serie A, titolare imprescindibile per Giampaolo e già entrato nel mirino di Juventus e Inter.

Secondo l'edizione odierna de Il Secolo XIX i bianconeri in particolare starebbero già osservando la crescita del giocatore danese classe 1996, apprezzato anche per la sua capacità di giocare il pallone, oltre che per la solidità e l'attenzione in fase di marcatura. Naturalmente si tratterebbe di un discorso da imbastire a giugno e non già a gennaio. La dirigenza della Sampdoria infatti avrebbe già fatto sapere di non voler toccare il gruppo a disposizione di mister Giampaolo nella sessione invernale, a meno che non si tratti di elementi sacrificabili: e tra essi non rientra sicuramente Andersen.

La valutazione blucerchiata per il suo gioiello è difficilmente quantificabile. Qualche giorno fa Ferrero, scherzando ma non troppo, a precisa domanda aveva risposto con una battuta: "Quanto vale? Chi può dirlo, 50 milioni minimo". In realtà, radiomercato parla di una quotazione più bassa, circa la metà, ma è probabile che se le prestazioni si manterranno su questo livello il suo valore aumenterà esponenzialmente. E la Samp ha tutto l'interesse a scatenare un'asta in estate, approfittando anche dell'interessamento dell'Inter e di altre società, in particolare tedesche e inglesi.

CARTA AUDERO - La Juventus però ha un'opzione importante da calare sul tavolo per balzare in pole position rispetto alle altre società. Parliamo ovviamente del diritto di 'recompra' mantenuto su Audero, che la Samp dovrà acquistare per circa 10 milioni la prossima estate. I bianconeri vantano il controllo sul calciatore, potendolo riportare a Torino per 18 milioni. Ovviamente è quasi scontato che ciò accada, specialmente se l'estremo difensore italo-indonesiano continuerà a parare in questo modo. Ma la Juve in futuro potrebbe anche decidere di sacrificare il portiere classe 1997, mettendo sul piatto in un'eventuale trattativa Andersen anche il diritto di recompra di Audero, per sbaragliare la concorrenza ed assicurarsi così il 'nuovo Skriniar'.