1
Nicola Pozzi ha vissuto tutte le emozioni più intense della storia recente della Sampdoria. L'attaccante c'era l'anno della retrocessione, ma c'era anche nel campionato della risalita, anzi, proprio un suo gol in finale play off mise in ghiaccio la promozione della Samp. Pozzi però era in rosa anche la stagione precedente a quella del crollo in Serie B, ossia nell'indimenticabile 2009-2010.

Per i tifosi è un campionato indimenticabile, culminato con la qualificazione alla Champions League: "Di quell’anno sono legato al mio primo gol, a Udine. Era un momento delicato, se non vincevamo quella partita avrebbero sicuramente esonerato Delneri. A fine primo tempo perdevamo e c’era contestazione, avevamo solo 3 punti di vantaggio sulla zona retrocessione. Vinciamo 3-2 e da lì parte la corsa, con quattro vittorie di fila e le manette di Mourinho" ha raccontato in diretta Instagram con Blue Circled Band.

Già, la sfida a San Siro con 'Mou' furioso la ricordano tutti, sampdoriani e interisti: "Racconto di quella partita: i difensori dell’Inter non mi prendevano mai, Samuel mi fa fallo da ultimo uomo, sarei andato in porta, rosso giusto" ricorda Pozzi. Cordoba prende due ammonizioni in poco tempo, lì Tagliavento ha avuto le palle di dare due rossi a San Siro nel giro di mezz’ora" conclude.