31
Tocca a Sergio. Con l'assenza di Mkhitaryan e il cattivo stato di forma di Veretout sarà quasi certamente il portoghese a prendere le chiavi del centrocampo contro il Leicester. E in certe sere Oliveira sa come far male.  Chiedete alla Juventus (doppietta nel 2021 in Champions allo Stadium), tanto per dirne una. Si è riposato col Bologna causa squalifica e anche all’andata in Inghilterra ha giocato poco. E bene, considerato che è suo l’unico vero tiro nella ripresa verso la porta di Schmeichel.  Il futuro però è ancora da scrivere.
RISCATTO - Dopo l’impatto positivo nelle prime uscite è arrivata qualche bocciatura.  Il suo ritmo non sempre si adegua al tipo di gioco della Roma, ma con 3 gol e due assist è risultato più decisivo di altri. Non così tanto da convincere (ancora) Tiago Pinto a versare 13 milioni nelle casse del Porto per il riscatto a giugno. Il gm giallorosso punta a un forte sconto (di circa 5 milioni) o a un dilazione considerata anche l’età del giocatore e la necessità del club portoghese di cederlo. La volontà di Oliveira è chiara: lui vorrebbe restare alla Roma. Per farlo è disposto a rinunciare ai bonus inseriti nel suo contratto. Forse, però, una limatina potrebbe essere data anche allo stipendio fisso da 3 milioni. Nelle gerarchie di Mou per il prossimo anno difficilmente sarebbe titolare, soprattutto in caso (necessario) dell'arrivo di un regista puro. Una grande prestazione con il Leicester aiuterebbe tutti.