Commenta per primo
A due giorni dal termine della stagione regolare e in vista della disputa dei play-off di Serie C, il Tribunale di Ascoli ha decretato il fallimento della Sambenedettese, consentendo tuttavia l'esercizio provvisorio, per poter continuare a scendere regolarmente in campo. 

Sono stati nominati come curatori fallimentari i commercialisti Franco Zacchetta e Massimiliano Pulcini, insieme all'avvocato Francesco Voltattorni; il fallimento è stato dettato da alcuni fornitori, che non hanno ricevuto pagamenti dal settembre 2020, mentre nei mesi scorsi erano stati i calciatori a chiedere la messa in mora per il mancato ottenimento degli emolumenti dallo scorso mese di novembre. Circostanza che ha portato pure a una sanzione economica per la società e alla penalizzazione di punti in classifica.