Il Milan sta cercando di cedere Michael Essien: il ghanese, in scadenza di contratto il prossimo giugno, ha ricevuto alcune offerte dalla Premier League (West Bromwich Albion e QPR) e dalla MLS (Dallas), rifiutandole senza esitazioni.

INGAGGIO PESANTE - Essien guadagna 2,5 milioni di euro netti (il Milan deve pagargliene ancora altrettanti in lordo): è questo che spinge Galliani alla cessione del ghanese (32 anni compiuti lo scorso dicembre), che quest'anno ha totalizzato poco più di 400 minuti, distribuiti in nove partite. Calciomercato.com ha intervistato in esclusiva il suo agente Fabien Piveteau, per capire come stanno le cose.

Ci sono possibilità che Essien lasci il Milan a gennaio?
"Molto difficile: preferiamo rispettare il contratto fino al prossimo giugno".

Perché avete rifiutato le offerte ricevute?
"Perché Essien non vuole giocare in Premier League per un altro club diverso dal Chelsea, sua ex squadra. Sono arrivate proposte dal WBA e dal QPR, ma le abbiamo rifiutate".

Quindi andrà via solo per un'offerta da società di altri paesi?
"Sì, se dovesse arrivare un'offerta congrua da club che non siano della Premier League, potremmo anche accettare: resta comunque difficile che lasci il Milan a gennaio, perché la nostra intenzione è quella di rispettare il contratto con i rossoneri".