Commenta per primo
Sembra strano dirlo a campionato quasi concluso, ma la verità è questa: Kevin Lasagna si è finalmente sbloccato e in grande stile! Una grande partita e un bellissimo gol allo scadere, hanno regalato la gioia del definitivo 0-2 contro il Cagliari nella scorsa partita, portando l'Hellas a quota 41 punti. I riflettori in casa gialloblù erano puntanti ovviamente anche su di lui e tutti stavano aspettando il momento del suo risveglio. Lo avevamo detto: per un attaccante l'unica cosa che conta è il gol e a Kevin mancava solo questo. Sin dal primo giorno a Verona infatti, ha sempre dimostrato grande dedizione al lavoro, tanta umiltà e voglia di combattere ed era solo questione di tempo prima che tutto ciò venisse ripagato.

Juric ha puntato molto su di lui, schierandolo praticamente ad ogni partita per infondergli quella fiducia necessaria affinché l'attaccante mantovano ritrovasse la vera sua vocazione. Ora inizierà per lui un "nuovo" campionato, nel quale dovrà mantenere questa concentrazione che lo ha sempre contraddistinto e continuare sulla via del gol, per lui e per la squadra. Non sono molte le partite a disposizione, è vero, ma qualora questo finale di stagione regalasse le gioie sperate, sarebbe una svolta non solo per Lasagna, ma per la squadra intera. Il gol, si sa, è uno degli elementi più importanti del calcio, se non il più importante, perché è quello che ti porta alla vittoria. La vittoria poi è quella che ti cambia in meglio il campionato e la conclusione di un bel campionato ti dà quella forza per crescere sempre di più. Una catena di cause ed effetti che spiega bene come il riscatto di uno come Lasagna può effettivamente portare a grandi risvolti per il futuro della squadra. Da una parte l'Hellas avrà trovato finalmente quella punta che tanto stava aspettando per le prossime stagioni, dall'altra intorno a lui si potrebbe continuare quel processo di crescita che tanto si stava parlando in questi mesi. E poi chissà, Juric potrebbe avere un motivo in più per restare!
Insomma, come si è visto sono molteplici i motivi di gioia per questa bella prestazione, ma come dice anche il detto "una rondine non fa primavera"! Sarà quindi Kevin a dover continuare su questa rotta e confermarsi partita dopo partita! Per lui e per il futuro dell'Hellas!