40
Un difensore, giovane e pronto all'uso è il primo obiettivo di mercato della Juventus per rinforzare, fin da giugno la rosa a disposizione di Antonio Conte. Un tassello fondamentale per dare respiro ai titolarissimi e un prospetto dal futuro assicurato da far crescere in casa e “costruire” sul modulo scelto dall'allenatore leccese.

LA NECESSITA' E IL PRIMO RIFIUTO – Fabio Paratici e Beppe Marotta hanno già provato in diverse occasioni a cercare sul mercato il sostituto ideale di Andrea Barzagli. Il difensore italiano che a maggio compirà 33 anni, è diventato il perno fondamentale su cui incentrare l'equilibrio in fase difensiva della formazione bianconera. Dopo il flop in quel ruolo di Angelo Ogbonna, scelto da Conte come il primo sostituto di Leonardo Bonucci, e la più che probabile partenza di Martin Caceres al termine della stagione. Si è fatta viva la necessità di arrivare ad una nuova alternativa. Marc-Oliver Kempf, difensore classe '95 dell'Eintracht Francoforte era stato individuato come il candidato ideale, ma il doppio rifiuto arrivato sul tavolo dei dirigenti bianconeri ha stoppato sul nascere la trattativa.
GINTER, L'EREDE DI BARZAGLI – Ecco perché, in virtù dei grandi contatti che Fabio Paratici può vantare nel campionato tedesco, il mirino si è spostato direttamente sul centrale difensivo del Friburgo Matthias Ginter, osservato già in passato dagli osservatori bianconeri. Il ragazzo classe '94 può essere impiegato sia come difensore centrale che come mediano. Destro di piede è solido nel gioco aereo in cui sfrutta al 100% i suoi 188 centimetri. Tatticamente è già molto disciplinato, virtù che ad Antonio Conte non è certo passata inosservata. Nelle ultime tre stagione ha già collezionato (oltre ai premi come miglio under-18 e miglior under-19 della Bundesliga) 60 presenze fra campionato ed Europa League condite anche con 3 marcature. Sul giocatore, che ha il contratto in scadenza nel 2017, ci sono già i maggiori club tedeschi ed inglesi, ma la Juventus punta forte sul giocatore e con un'offerta che si aggira intorno agli 8 milioni di euro potrebbe presto sorpassare la concorrenza.