73
C'è solo l'Inter. Non è solo uno degli inni del club nerazzurro, è anche il pensiero di Filip Kostic, che spinge per vestire la maglia dell'Inter. Una prima scelta, a pochi mesi dall'affare sfumato con la Lazio, che continua ad averlo nel mirino ma ora parte in seconda fila. Come anticipato ieri in esclusiva da Calciomercato.com la decisione di affidarsi a un nuovo agente, di passare da ​Ramadani a Lucci, ha cambiato le carte in tavola: il serbo vuole sempre l'Italia, ma ora preferisce la squadra di Inzaghi, che lo considera l'erede di Perisic, destinato a cambiare aria al termine della stagione, quando gli scadrà il contratto. 

LE CIFRE - Un nome, quello dell'ex Amburgo, che l'Inter ha sul taccuino da almeno un paio d'anni (piace per la sua duttilità, da trequartista, esterno alto o quinto di centrocampo), per il quale era anche arrivato il benestare di Antonio Conte, un interesse che non è mai diventato una trattativa per il no di Perisic all'addio. Ora che si libera la casella a sinistra Kostic torna a essere in pole position: con i suoi agenti c'è un accordo sulla base di un contratto da circa 2,5 milioni di euro netti a stagione, con l'Eintracht Francoforte, al quale è legato da un contratto fino al 2023, si lavora sulla base di 8-10 milioni di euro più bonus. Meno dei 15 più bonus chiesti a settembre a Tare. 

e07115cb-73f6-444a-b898-d7b7c72c4208