89
Dieci partite giocate, dieci partite vinte. Con il 5-1 sull'Azerbaigian, la Germania ha concluso alla perfezione il suo girone di qualificazione al Mondiale 2018. Gli uomini di Joachim Low avevano staccato il pass per la Russia già giovedì scorso, ma hanno messo la ciliegina sulla torta con la vittoria di domenica sera, che consegna ai tedeschi anche il record storico di gol segnati nelle qualificazioni europee, ben 43. Soltanto la Svizzera, impegnata martedì in Portogallo, può raggiungere le dieci vittorie su dieci.

DOPPIO GORETZKA - Esulta la Germania, ma sorride anche la Juventus. Dei cinque gol segnati questa sera da Muller e compagni, infatti, ben tre portano la firma di giocatori seguiti dai bianconeri sul mercato. Ad aprire le danze contro gli azeri è stato un magico colpo di tacco di Leon Goretzka, centrocampista in scadenza di contratto a giugno con lo Schalke 04. Non soddisfatto, nella ripresa il classe '95 ha firmato la sua doppietta personale, a giustificare la corte di tutte le big europee, Bayern Monaco e Barcellona incluse.

LA FIRMA DI CAN - Ha un anno in più di Goretzka, ma è ugualmente in scadenza il prossimo giugno Emre Can, autore del gol del 5-1 con un gran tiro dalla distanza. Beppe Marotta e Fabio Paratici hanno messo i loro occhi da tempo anche sull'ex Bayern Monaco e Bayer Leverkusen, inseguito anche durante l'ultima estate. Il Liverpool, club proprietario del suo cartellino, ha provato più volte a offrirgli il rinnovo, fin qui sempre rifiutato. Goretzka e Can stanno riflettendo, valutano il loro futuro e intanto segnano. La Juve li segue e prova a piazzare il doppio colpo.