Commenta per primo

All'improvviso, il guizzo: 'Più siamo disuniti e più siamo deboli, piccoli, attaccabili'. La frase di Guido De Angelis, storica voce del mondo laziale, tocca il punto chiave di una situazione che si protrae da anni - la frattura tra 'lotitiani' e 'antilotitiani' è molto peggio di un normale dibattito all'interno di una tifoseria - e che rende la Lazio più fragile. E quindi più esposta ai torti, alle vessazioni, alle ingiustizie.

La sensazione generale è che la rabbia per la beffa di Napoli possa determinare una svolta, cioè restituire una nuova compattezza all'ambiente. Da tempo i tifosi biancocelesti non erano così uniti - appunto - nella denuncia: migliaia le mail arrivate in sede a Formello, nelle redazioni di giornali e radio, per protestare contro i torti arbitrali. A prescindere dalle valutazioni su Lotito, c'è rinnovata voglia di sostenere la squadra in questo sprint Champions.

(La Repubblica - Edizione Roma)