177
E' stato un Milan fin troppo brutto per essere quello che ha bagnato la prima di Giampaolo con una sconfitta in quel di Udine. Zero tiri in porta e pochissime occasioni da gol create, con un Piatek in grande affanno. Il numero 9 rossonero sta proseguendo su quel filone negativo iniziato al termine della passata stagione e adesso rappresenta più un problema che un punto di forza.

IPOTESI CAMBIO MODULO - "Rifletto sui 3 davanti se sanno fare ciò che gli chiedo, magari hanno altre caratteristiche. Non è solo Suso o Castillejo ma anche Piatek che ha movimenti da prima punta, i 3 davanti devono giocare un copione diverso. Forse il problema non è solo Suso". Dichiarazioni, quelle rese da Giampaolo a Sky, che segnano una clamorosa rottura con un discoro tattico iniziato solo un mese fa. Contro il Brescia non è da escludere che il Milan torni al 4-3-3, per esaltare il suo numero 8 rossonero e per provare a rivitalizzare Piatek. L'attaccante polacco ha bisogno di giocare più vicino alla porta, non ha le caratteristiche tecniche di Quagliarella per intenderci. Ma il momento no dell'ex Genoa non è solo figlio delle nuove idee del suo allenatore, ma anche di altre problematiche che devono far riflettere Boban e Maldini in vista dell'ultima settimana utile per provare a chiedere una mano al mercato.

MASSARA SBAGLIA, SERVE UN ALTRO ATTACCANTE - Non ce ne vorrà il nuovo direttore sportivo rossonero Frederic Massara, ma non siamo d'accordo quando afferma che il Milan è una squadra completa e che Silva può dare ancora tanto. Il portoghese è giovane e ha tempo per riscattarsi ma il suo ciclo a Mianello è finito già da tempo, come testimonia il trasferimento saltato al Monaco. No, questo Milan non è completo. Ha pochi gol potenziali in attacco: Leao è giovane e avrà bisogno di tempo per ambientarsi, il solo Piatek non può bastare se si vuole migliorare ( e non peggiorare) il piazzamento in classifica ottenuto solo qualche mese fa. Al Milan serve un attaccante vero, un goleador da 15-20 gol a stagione, altrimenti la strada si farà sempre più in salita.