861
Milan-Sampdoria 1-1 nell'anticipo delle 12.30 della 29esima giornata di Serie A: ospiti in vantaggio con Quagliarella, poi pareggio di Hauge contro una Samp in 10. 

Nel primo tempo la Sampdoria parte forte e Gabbiadini impegna Donnarumma a una parata in corner con un spiovente che cade vicino alla traversa. La pressione blucerchiata prosegue, con il Milan che attende e si affida ai tentativi di contropiede, e Augello arriva dalle parti di Donnarumma, ma il destro ravvicinato è debole e il portiere rossonero para facilmente. Poco dopo è Theo Hernandez a salvare su Damsgaard e subito dopo è Thorsby a impegnare ancora Donnarumma alla parata in angolo. Dopo la mezzora i padroni di casa si fanno vivi con un paio di punizioni (una di Ibra, l'altra di Calhanoglu), che si infrangono sulla barriera. Il finale di tempo è più equilibrato, ma senza occasioni, sia da una parte che dall'altra, se ci eccettua un rigore reclamato dal Milan.  

La ripresa parte in modo equilibrato, sulla falsariga della fase finale del primo tempo, ma al 57' l'equilibrio si spezza: grave errore in disimpegno di Theo Hernandez, che serve Quagliarella, il quale con un preciso pallonetto batte Donnarumma, che era fuori dai pali. Passano due minuti e la Samp resta in 10, a causa dell'espulsione per doppia ammonizione di Silva. Il Milan, approfittando della superiorità numerica, sposta il suo baricentro in avanti, ma gli ospiti si rendono pericolosi in contropiede, con Quagliarella e Candreva. Per i rossoneri invece c'è un destro a lato di Calhanoglu. A nove minuti dal termine grande occasione per Rebic, il cui destro supera anche Audero ma viene salvato da Colley prima di arrivare in porta. Il pareggio del Milan arriva all'87', grazie ad Hauge, che conclude con un bel destro un'azione di contropiede nata da un errore di Keita sul fronte opposto. Un minuto dopo è Calhanoglu a impegnare Audero. In pieno recupero assist di Ibrahmovic per Kessie, che colpisce un clamoroso palo, con la palla che non va in gol anche per merito dell'intervento di Bereszynski.​

DOPO LA PARTITA RESTA SU CALCIOMERCATO.COM PER LEGGERE L'APPROFONDIMENTO DI ALBERO CERRUTI