Commenta per primo
L'attaccante della Sampdoria Luis Muriel ha parlato a Il Secolo XIX: "La prossima stagione dovrà essere la mia,  altrimenti il presidente mi picchia, me lo dice ogni volta che mi vede. Non voglio deluderlo, anche perché altrimenti mi picchia per davvero. Lo vedo come un padre, che mi dà sempre consigli da papà. Pekerman, il ct della Colombia, mi dice sempre che quando troverò continuità, serenità e convinzione nei miei mezzi uscirà fuori tutto il mio valore. Sinisa Mihajlovic? Un allenatore per me speciale. Il paragone con Il Fenomeno Ronaldo? L'ha detto anche a me che gli assomiglio, anche in Colombia mi paragonano a lui, da sempre un mio idolo. A giugno alla Copa América l'ho incontrato e abbiamo fatto anche una foto assieme. Chi l'ha vista mi ha detto che sembravamo padre e figlio. A Udine ero arrivato in ritiro che pesavo 84 kg, dovevo perdere due chili in un mese. All'inizio l'avevo presa sul ridere, poi Guidolin non perdeva occasione per menzionare il mio peso e allora la cosa è diventata spiacevole".