Commenta per primo

 

Comincia e finisce così,con un coro dei tifosi dell'Inter che non è semplice richiesta ma di più. Quasi un’invocazione di pancia, come se Wesley Sneijder fosse un diritto dei tifosi nerazzurri e la gente cantasse non solo per farsi sentire da lui, per lanciargli un messaggio, ma anche per esorcizzare il rischio divederselo portare via: «Non te ne andare, dai Wesley non tene andare... Resta a Milano,dai Wesley resta a Milano...».E poi un urlo di rabbia improvviso,per spezzare un momento di insolito silenzio: «Restacon noi, folletto maledetto!