289
Joao Cancelo è in attesa. Triste, tutt'altro che entusiasta della sua stagione e del rapporto con Max Allegri che più di una volta lo ha tenuto fuori in occasioni importanti: era lecito aspettarsi molto di più da un terzino pagato oltre 40 milioni di euro, doveva essere l'arma europea della Juventus e si è trasformato in un boomerang con prestazioni al di sotto delle proprie potenzialità. Insomma, delusione Cancelo anche per il giocatore stesso e un futuro alla Juve da decifrare. Perché non ci sono certezze su una cessione, ma molto dipenderà dalla questione allenatore.

AVVISO A MENDES - Direttamente dalla dirigenza bianconera, infatti, è arrivato un segnale chiaro a Jorge Mendes, agente del portoghese: Cancelo andrà via solo a cifre importantissime e non in svendita, anzi. Il ds Fabio Paratici conta su di lui ma bisognerà capire cosa accadrà con Massimiliano Allegri nel vertice con il presidente Agnelli e soprattutto se affiancargli un altro terzino con cui giocarsi il posto. Ma la Juve non vuole fare sconti per Cancelo in Premier League con il Manchester City e anche lo United in agguato; lo farà soltanto su precisa richiesta del giocatore e alle proprie condizioni economiche, pari a 65 milioni come base d'asta trattabile. Fin qui le parti sono ferme e hanno deciso di aspettare fine maggio prima di prendere una posizione definitiva, Joao non è in lista cedibili con prezzi comodi. Tanti saluti dopo un solo anno oppure permanenza in bianconero con entusiasmo, non c'è altra strada, ma la Juve non intende prendere decisioni affrettate e Allegri sarà un ingranaggio fondamentale per decidere il futuro di Joao. Mai così incupito - in campo e fuori - come da qualche mese a questa parte.