7
In questo week-end di calcio internazionale deve purtroppo registrarsi il terribile infortunio al ginocchio destro occorso a Nabil Fekir, forte attaccante ventiduenne del Lione, al suo esordio con la nazionale francese. Il Lione - vista la presumibile inattività agonistica del calciatore per circa 6 mesi -  potrà giocarsi un "Jolly" medico! Che cosa significa?

Calciomercato.com si è rivolta all'avvocato e procuratore sportivo Jean-Christophe Cataliotti, esperto di diritto calcistico e titolare della Cataliotti Football Workshop che organizza corsi di formazione per aspiranti osservatori e procuratori di calcio (per info si rimanda al sito www.footballworkshop.it) per saperne di più.

Cataliotti che cos'è questo "Jolly" medico?
Nonostante il calciomercato sia già chiuso, in Francia - nel campionato di serie A - vi è la possibilità di sostituire un calciatore gravemente infortunato con un altro anche fuori dai periodi di tesseramento.
Il Lione, pertanto, potrà sostituire il calciatore Nabil Fekir con un altro attaccante. Già si è fatto il nome di Belhanda della Dinamo Kiev.

Qual è il regolamento che lo prevede?
E' l'art. 213 del Regolamento della "Ligue de Football Professionel" (LFP) che offre questa particolare possibilità alle società che perdono per strada una pedina importante nella loro scacchiera sportiva.
In pratica, così recita il suddetto articolo, un club può, a partire dal giorno successivo alla chiusura della finestra di mercato estiva fino al giorno prima dell'apertura della finestra di mercato invernale, tesserare un nuovo calciatore che prende il nome di "Jolly".
Ma in quali casi è possibile "reclutare" un calciatore-jolly?
Nei seguenti casi previsti dall'art. 213:
1. morte di un calciatore sotto contratto;
2. gravi lesioni occorse a un portiere o alla sua riserva;
3. gravi lesioni occorse a un calciatore della nazionale francese che lo costringano a una inattività di durata pari o superiore a 3 mesi.
Negli ultimi due casi gli infortuni dovranno essere accertati dal medico federale nazionale. 
Da evidenziare che il calciatori infortunato e il calciatore reclutato come jolly non potranno essere inseriti contemporaneamente nel referto di gara nei tre mesi successivi alla data dell'infortunio.

L'utilizzo del jolly non potrebbe contrastare con altre norme?
Sì, certamente. L'art. 213, infatti, ammonisce che l'utilizzo del jolly deve rispettare le norme sui limiti di tesseramento di calciatori extracomunitari e quelle della FIFA sul numero di modifiche consentite.

In Italia una norma simile esiste?
Ad oggi non esiste, ma, in considerazione anche dell'entrata in vigore del tetto massimo delle rose a 25 calciatori, potrebbe essere un "jolly-normativo" a cui anche Tavecchio potrebbe pensare!