26
"Mentirei se dicessi che non abbiamo parlato dei rinnovi, ma l'importante è che sono grandi professionisti e sono pronti a giocare, dimenticando le questioni contrattuali". Parole di José Mourinho, parole che non possono non allarmare i tifosi del Tottenham perché quella del portoghese è un'altra implicita conferma: i rinnovi di Toby Alderweireld, Jan Vertonghen e, soprattutto, Christian Eriksen sono sempre più lontani. Preoccupa particolarmente appunto la situazione del danese, uno dei big four degli Spurs con Alli, Kane e Son: l'arrivo dello Special One sembrava poter dare nuova linfa alle trattative per il prolungamento del contratto, in scadenza al termine della stagione, ma lo stesso Mourinho ha lasciato intendere che non ci sono stati sviluppi concreti nella vicenda, destinata ad oggi a chiudersi con la separazione. Si accende il mercato, si accende l'interesse delle big europee: e l'Italia c'è.

INTER, JUVE E... MATIC - A partire dall'Inter, che nelle scorse settimane ha preso contatto con l'entourage di Eriksen per capire la fattibilità dell'operazione. Una missione, tuttavia, che non ha dato esiti particolarmente positivi viste le alte pretese economiche del giocatore e la forte concorrenza di corazzate europee come Atletico MadridBayern Monaco, PSG e Real Madrid. E la Juventus, contender più accreditata per le superpotenze internazionali. I bianconeri sono molto forti sul danese, aspettano il momento giusto per l'affondo e non chiudono la porta a una soluzione immediata per gennaio, con l'ipotesi di uno scambio che porti Adrien Rabiot al Tottenham. Proprio il tempo è la maggiore preoccupazione per la Juve, perché Paratici non teme in sé la concorrenza quanto più che gli Spurs, per non perdere a zero il giocatore al termine della stagione, possano cedere subito alle lusinghe di altri club e trovare il giusto accordo per cedere subito e monetizzare parzialmente. In questo senso dall'Inghilterra rimbalza un'indiscrezione che alimenta i timori bianconeri: il Manchester United, pretendente di vecchia data, sta ragionando sulla possibilità di proporre ai londinesi uno scambio con Nemanja Matic, ironicamente accostato nelle ultime settimane alla Juve e, soprattutto, a Inter e Milan. Le parole di Mourinho confermano le sensazioni, il futuro di Eriksen è sempre più lontano dal Tottenham: Marotta e Paratici monitorano, ma rischiano di essere battuti sul tempo.

@Albri_Fede90