Ci sarà uno spazio importante per Andrea Favilli nel nuovo Genoa di Ivan Juric.

Nel presentarsi nuovamente alla stampa ieri pomeriggio a Pegli, il neo tecnico rossoblu ha infatti affermato come la sua intenzione tattica sia quella di schierare una squadra con due punte di ruolo. E se una di queste non può che essere il bomber Piatek, l'altra maglia d'attacco con ogni probabilità verrà affidata proprio all'ex juventino.

Tra i motivi di attrito con Preziosi che hanno portato all'esonero di Davide Ballardini ci sarebbe stato anche la cattiva gestione della giovane punta pisana sul cui cartellino il Genoa la scorsa estate ha investito ben 12 milioni di euro. Una cifra destinata a salire entro due anni. Qualora il Genoa volesse riscattare definitivamente il centravanti dalla Juve dovrà infatti aggiungere altri 4 milioni a quelli già versati, mentre se l'acquisizione dovesse avvenire da parte dei bianconeri i milioni che finirebbero nelle casse rossoblu salirebbero addirittura a 24.

Un investimento in ogni caso rilevante che Preziosi intende valorizzare al massimo, trovando in Juric la giusta sponda per riuscirvi. A discolpa di Ballardini c'è però da dire che in questo avvio di campionato Favilli è stato spesso fuori per infortunio è che quando è rientrato è stato comunque impiegato con un buon minutaggio, per esempio nel secondo tempo con il Sassuolo, quando sfornò ben due assist ai compagni, e nella ripresa contro il Parma.

Per Preziosi, evidentemente, non era abbastanza.