30
David Silva alla Lazio, una grande operazione di mercato che appariva ben indirizzata nei giorni scorsi e che nelle ultime ore si è colorata di una leggera sfumatura di giallo. Il club biancoceleste ha messo sul tavolo una proposta economica reputata molto importante per il campione spagnolo in uscita dal Manchester City: contratto triennale a circa 4 milioni di euro netti a stagione, con tanto di bonus e benefit per il calciatore. E attende una risposta definitiva dal fantasista e dal fratello-agente, che ha più volte visitato Roma e incontrato il ds biancoceleste Igli Tare, entro la giornata di domenica.

JUVE, NESSUNA CONFERMA - L'ottimismo della Lazio di chiudere questo grande colpo, per festeggiare al meglio il ritorno in Champions League a 13 anni di distanza dall'ultima volta, rimane più o meno intatto, ma cresce proporzionalmente il nervosismo per un via libera che si sperava potesse arrivare con qualche giorno di anticipo rispetto alla deadline fissata dal presidente Lotito. Secondo quanto risulta a calciomercato.com, non trovano conferme alcuni rumors circolati in giornata circa un inserimento della Juventus, mentre corrispondono al vero quelli che conducono al Valencia, club che ha lanciato Silva nel grande calcio, e ai ricchi Emirati Arabi.
IL TIMORE DI LOTITO - Il "timore" della Lazio è che dietro il clima di riservatezza assoluta che regna nell'entourage di David Silva possa esserci un rilancio dell'ultim'ora destinato a far saltare il banco, ma da Roma e dall'ambiente laziale al momento permane una moderata fiducia sulla buona riuscita dell'affare e sulla possibilità di mettere a disposizione di Simone Inzaghi un fuoriclasse in grado di alzare ulteriormente il livello di una squadra che, fino allo stop del campionato imposto dall'emergenza coronavirus, aveva conteso lo scudetto alla Juventus.