28
La Sampdoria adesso è chiamata ad una scelta cruciale. Dopo l'esonero di mister Giampaolo, è scattato il casting per la panchina blucerchiata, e i nomi in lizza si sprecano. Il tutto, ovviamente, con un occhio al bilancio e uno al campo. Sarà una decisione difficile per il Doria, scelta da non sbagliare assolutamente. Ne va della sopravvivenza del club genovese.

VECCHIO PALLINO - Ieri sera, un tweet di Enrico Mantovani, ex presidente della Samp molto legato ai colori blucerchiati, aveva scatenato le curiosità dei tifosi. "Speranza Daniele De Rossi", ha scritto il figlio dell'indimenticabile Paolo, lasciando intendere che la dirigenza potesse andare nella direzione di un ingaggio dell'ex centrocampista della Roma. In realtà, la caccia al sostituto di Giampaolo sarebbe ancora aperta. De Rossi piaceva già nell'estate 2021, ed era un pallino di Ferrero. Sarebbe opportuna una scelta così legata all'ex proprietario? Anche questa è una valutazione da fare, per il segnale che lancerebbe, visto il montante malcontento dei tifosi e la reazione decisa avuta dalla Sud quando si era diffusa la voce di un possibile rientro del Viperetta a Genova. De Rossi, peraltro, sarebbe già stato contattato da Romei, e avrebbe dato la sua disponibilità di massima. Discorso simile per un altro allenatore in lizza, Dejan Stankovic. Ferrero era stato arrestato proprio mentre si trovava a Milano per incontrare il serbo, che oltretutto ha pure sogni più elevati, come la panchina dell'Inter, e richieste decisamente più complesse da soddisfare.
SOLUZIONE LOW COST - La soluzione più a portata, per la Samp, sarebbe quella di richiamare D'Aversa, ancora sotto contratto. Da valutare la reazione del gruppo, nel caso. Sicuramente più abbordabili economicamente anche Beppe Iachini e Aurelio Andreazzoli, pista quest'ultima che non va trascurata. Nelle ultime ore, ha iniziato a circolare pure il nome di Vladimir Petkovic. L'ex Lazio, esonerato a febbraio dal Bordeaux però non sembra convincere pienamente tutte le anime della Samp.

SOGNO RANIERI - Il sogno della Samp, ovviamente, è Claudio Ranieri. Scoraggiano l'ingaggio e le richieste del tecnico, ma si potrebbe lavorare per trovare una quadra con (tanta) creatività e un sacrificio economico importante. Recentemente Enrico Nicolini, amico di lunga data del 'Normal One', aveva rivelato l'affetto di Ranieri per Genova e la sua disponibilità a tornare. Potrebbe essere, per la Samp, una leva da azionare per aggirare gli ostacoli.