Le dichiarazioni di Marco Giampaolo sembravano aver chiuso definitivamente il capitolo relativo alle cessioni della Sampdoria: "Chi parte da Defrel e Kownacki? Il partente è Kownacki". Parole che parevano destinate a bloccare le voci su un addio di Defrel, ma nonostante ciò il pressing dell'Atalanta per l'attaccante francese non accenna a diminuire. 

Per ammissione di Gasperini, il club nerazzurro sta continuando da giorni a puntare sul calciatore, tanto che sabato scorso si è tenuto un summit di mercato tra i bergamaschi e la Roma, che per Defrel vanta richieste anche da Sassuolo, Bologna e Frosinone. Con l'Atalanta però i giallorossi stanno trattando da tempo anche Gianluca Mancini: ad orchestrare la trattativa c'è Busardò, un agente molto vicino anche alla Samp, e per oliare l'operazione dalla Capitale potrebbero proporre anche come parziale contropartita Defrel.

Secondo Il Secolo XIX l'agente dell'ex centravanti di Sassuolo e Cesena, Pocetta, sarebbe intenzionato a incontrare Defrel (in panchina anche a Firenze) a metà settimana, per fare il punto della situazione. Va detto che il numero 92 blucerchiato sino ad oggi non ha mai manifestato insofferenza per la concorrenza in attacco, né apertamente né con la società, ma l'intenzione del procuratore è quella di vedere il suo assistito per organizzare al meglio le mosse per il futuro. Per aprire la strada al trasferimento all'Atalanta di Defrel, comunque, è necessario ovviamente anche l'assenso doriano, che ha il calciatore sino a giugno sotto contratto.

Se dovesse arrivare il 'sì' della Samp - anche per questioni evidentemente economiche - da Corte Lambruschini dovrebbero valutare due ulteriori aspetti. Il primo è che Giampaolo si aspetta di concludere la stagione con Defrel a Genova, mentre il secondo punto di cui tenere conto è che il giocatore andrebbe a rinforzare una diretta concorrente per quell'Europa dichiarata a più riprese dalla società come obiettivo stagionale.